Domande e Risposte

risposte mastoplasticaD: Potrò allattare dopo aver subito una mastoplastica additiva?
R: Si, l’inserimento delle protesi non influisce con l’allattamento e le protesi mammarie utilizzate (Mentor®) sono sicure, non sono nocive, non causano tumori, tantomeno non rilasciano sostanze che possano essere trasmesse al neonato attraverso il latte.

D: Quando potrò ricominciare a prendere il sole dopo un intervento?
R: L’esposizione diretta ai raggi solari o alle lampade UV si sconsigliano nel primo mese dopo l’intervento.

D: Quando potrò riprendere l’attività sportiva dopo un intervento di mastoplastica?
R: Nell’arco di una settimana l’eventuale dolore o fastidio diminuirà velocemente, l’attività fisica dovrebbe essere evitata per 1 mese circa, e potrà essere ripresa solo dopo aver ricevuto il benestare del chirurgo.

D: Dopo l’intervento di mastoplastica potrò prendere l’aereo o fare attività subacquea?
R: Assolutamente si, la paziente potrà condurre la vita regolare che faceva prima. Le protesi utilizzate non esplodono né a bordo degli aerei, né durante l’attività subacquea.

D: Quanto durano di solito le protesi?
R: Dal punto di vista dei materiali, le moderne protesi in gel di silicone sono garantite a vita, non necessitano di sostituzione. Non esiste una data di scadenza!

D: Ci sono tecniche alternative per aumentare il seno?
R: L’aumento del seno può essere eseguito mediante il lipofilling, prelevando il tessuto adiposo come in una liposuzione ed infiltrando tale tessuto a livello delle mammelle.  Nel mondo scientifico questa è una tecnica molto discussa e talvolta contestata per diversi motivi.
Anzitutto per aumentare il seno di una taglia servono almeno 150-200 cc di grasso per mammella e dal momento che le cellule innestate attecchiscono in percentuale variabile tra il 30-50%, sarebbe necessario prelevare almeno 600cc di grasso (per le due mammelle), per un aumento di una sola taglia.
Questo non è fattibile in persone magre.
Inoltre, si renderebbero necessari diversi interventi (3-5) per garantire una percentuale di sopravvivenza del grasso innestato maggiore.
Il lipofilling è inoltre messo in discussione dal mondo scientifico perché il grasso innestato può andare incontro a fenomeni di calcificazione che, in regione mammaria, con una mammografia possono essere scambiati per una lesione tumorale.

Ulteriori informazioni? Incontriamoci dal vivo.

Se ti interessa saperne di più su "Domande e Risposte" possiamo fissare un appuntamento GRATUITO per rispondere a tutte le tue domande e discutere assieme di tutte le tue esigenze di chirurgia estetica.

Prenota un appuntamento

Compila il modulo di contatto con tutti i tuoi dati oppure chiama la segreteria al numero +39 333 8382474

Inviando questo modulo, autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del DL196 del 30/06/03, secondo le condizioni riportate in questa informativa.